16:30

Frosinone – Piloni e Multipiano, si cambia

Un nuovo progetto di finanza che coinvolga la sistemazione dei Piloni e del Multipiano, sbloccando una situazione che di fatto, da una decina di anni, tiene in stallo una zona importante del centro cittadino. E secondo alcune indiscrezioni, l’immobile di viale Mazzini, destinato a parcheggio, potrebbe presto ospitare il nuovo mercato coperto cittadino.  Mercoledì scorso, la Giunta comunale guidata dal sindaco Nicola Ottaviani ha approvato una delibera con cui dà direttive ai competenti settori del Municipio affinché superino le difficoltà finora incontrate nella sistemazione delle due opere: i Piloni da una parte e il Multipiano dall’altra, entrambe affidate a due distinti project financing che, però, fin ora sono rimasti bloccati, se non hanno dato vita a interminabili contenziosi.

I Piloni
L’intervento di riqualificazione e recupero del complesso i Piloni risale al 2005, ben 12 anni fa, quando il Comune sottoscrisse con una società di progetto, appositamente costituita, un’intesa per la sistemazione dell’area. Si trattava, di fatto, di un primo project financing con cui si prevedeva «la progettazione definitiva ed esecutiva della ristrutturazione e recupero del complesso denominato I Piloni, l’esecuzione dei lavori previsti dal progetto definitivo ed esecutivo, e la gestione funzionale ed economica dell’intero impianto comprensiva di manutenzione ordinaria e straordinaria con adeguamento alla normativa vigente degli impianti e delle strutture». In particolare la convenzione stabiliva che le opere dovevano essere eseguite entro il termine di mesi 24 dalla data di consegna dei lavori «salvo proroghe o legittime cause di sospensione dei lavori o proroga del termine di ultimazione per eventi imprevisti e imprevedibili di forza maggiore». La stessa convenzione prevedeva inoltre l’obbligo per il la società concessionaria di acquisire «tutte le autorizzazioni necessarie per l’esecuzione dei lavori».
Ad oggi, però, il cantiere «versa in una situazione di totale immobilismo – come sottolinea la stessa Giunta comunale – e a distanza di anni, l’unico intervento visibile effettuato dal concessionario sembra essere la recinzione del cantiere, nonostante i ripetuti solleciti e richieste di chiarimenti inoltrati allo stesso da parte del Comune di Frosinone per mezzo dei funzionari preposti».

Il Multipiano
Anche il parcheggio multipiano di viale Mazzini è frutto di un progect financing e nel 2004 è stato sottoscritto il contratto di concessione «per il completamento e la gestione del parcheggio» tra Comune e la società Gruppo Zeppieri Costruzioni Srl, capogruppo mandataria dell’Ati per realizzare l’intervento; la convenzione prevedeva «la progettazione definitiva ed esecutiva, sulla base del progetto predisposto delle opere di completamento dell’edificio uso parcheggio e del collegamento con il centro storico a mezzo tapis roulant, l’esecuzione dei lavori previsti dal progetto definitivo ed esecutivo, la gestione funzionale ed economica dell’intero impianto comprensiva di manutenzione ordinaria e straordinaria con l’adeguamento della normativa degli impianti e delle strutture». In merito a tale ultimo punto, dalla Giunta annotano: «La gestione funzionale ed economica dell’intero impianto oltreché la durata della convenzione prevista in anni 30 è oggetto di numerosi contenziosi con l’amministrazione comunale».

L’intervento della Giunta
L’esecutivo guidato da Nicola Ottaviani ha espresso la volontà di «tutelare gli interessi dell’Ente attraverso una definizione giuridica delle vicende sopradescritte al fine di evitare ulteriori ritardi nell’esecuzione dell’opera nel primo caso e ulteriori contenziosi nel secondo; considerato che è intenzione dell’amministrazione comunale raggiungere l’obiettivo primario di valorizzazione delle risorse del centro storico del capoluogo». Per questo la Giunta ha dato indicazione ai settori Governance, Lavori Pubblici e Avvocatura, ognuno per le proprie competenze, affinché «si valuti la fattibilità di una risoluzione transattiva delle vicende sopra descritte finalizzata a risolvere situazioni di degrado per il centro storico e che tenga conto della possibilità di un’ulteriore procedura di project financing integrato o altra analoga soluzione di gestione degli immobili, che contempli sia un utilizzo più proficuo del multipiano, prevedendo ad esempio per lo stesso una destinazione diversa e che soprattutto miri alla riqualificazione dell’intera area dei Piloni e zona circostante».

Cesidio Vano
cvano@laprovinciaquotidiano.com

 

ULTIMI ARTICOLI

Commenti

commenti

ARTICOLI CORRELATI