16:55

Frosinone – I consigli della Polizia di Stato per un’estate sicura

In estate i cosiddetti reati predatori aumentano fisiologicamente, le case si svuotano per le vacanze e, in molti casi, le persone, soprattutto anziane, restano sole. La Polizia di Stato ha quindi pensato di dare qualche piccolo suggerimento che potrà aiutare a sentirsi più sicuri in casa o lontano dalla propria abitazione. Secondo gli esperti bisogna rendere sicure porte e finestre (deale è una porta blindata con serratura antifurto e spioncino); quando si è in casa è consigliabile che la porta sia protetta col paletto o la catena di sicurezza; installare un sistema di antifurto elettronico o vetri antisfondamento, in alternativa è sempre valido il ricorso alle grate, purché siano robuste e lo spazio tra le sbarre non superi i 12 centimetri; se l’interruttore della luce è all’esterno va protetto con una cassetta metallica per impedire che qualcuno possa staccare la corrente; sarebbe consigliabile non tenere in casa grosse somme di denaro, gioielli o oggetti di valore; luce e rumore tengono lontano i malviventi (se si è soli in casa la luce si può mantenere accesa in due o più stanze per simulare la presenza di più persone); per la duplicazione di una chiave incaricare sempre una persona di fiducia, evitando possibilmente di riportare su targhette nome ed indirizzo; in caso di smarrimento della chiave di casa è consigliabile cambiare la serratura; assicurarsi, uscendo e rientrando, che la porta di casa ed il portone del palazzo restino ben chiusi; non far sapere, fuori dall’ambiente familiare, se in casa ci sono oggetti di valore o casseforti né dove si trova la centralina dell’allarme.
  caso di assenza per brevi periodi: lasciare qualche luce accesa, la radio, l’impianto stereo o il televisore in funzione; chiudere sempre la porta a chiave e non lasciare le chiavi sotto lo zerbino o in altri luoghi alla portata di tutti; se in casa ci sono oggettidi valore è consigliabile fotografarli (in caso di furto sarà facilitata la ricerca); sensibilizzare anche i vicini affinché sia reciproca l’attenzione a rumori sospetti sul pianerottolo o nell’appartamento :in caso di situazioni sospettecontattare il 113.
In caso di assenza per lunghi periodi: non far sapere ad estranei i tuoi programmi di viaggi e vacanze,evitando di pubblicare su social network foto o indicazioni a riguardo, poiché queste informazioni possono arrivare indirettamente a persone poco raccomandabili; installare, se è possibile, un dispositivo automatico che, ad intervalli di tempo, accenda le luci, la radio, la televisione; evitare l’accumularsi di posta e pubblicità nella cassetta delle lettere chiedendo ad un vicino di ritirarla; non divulgare la data del rientro a casa e, anche alla segreteria telefonica, non dare informazioni specifiche sull’ assenza.
La Polizia di Stato invita la cittadinanza a collaborare attivamente segnalando al 113 l’eventuale presenza, nei pressi delle proprie case o nel quartiere, di persone sconosciute o di autovetture che si aggirano in modo sospetto. Una semplice telefonata consentirà il pronto intervento delle pattuglie in servizio agevolando le attività di controllo e assicurando un più efficace presidio anche delle zone più lontane dai centri urbani.

ULTIMI ARTICOLI

Commenti

commenti

ARTICOLI CORRELATI