19:58

Regione – Zingaretti e Buschini lanciano il bando anti-incendio

La stagione particolarmente calda e secca, l’opera mai doma degli incoscienti autori d’incendi per farsene un vantaggio, personale, di vario genere, la carenza di controlli dovuta al restringimento delle “sentinelle” tagliate con i fondi alle Comunità Montane, alle Province e al mutamento genetico della Forestale. Il tutto contribuisce a determinare uno stato di allerta per i boschi del Lazio che ha tutta l’aria di non essere sporadico. La Regione Lazio cerca di correre ai ripari con le risorse. Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti e l’assessore regionale all’Ambiente, Mauro Buschini hanno presentato un bando di gara all’interno della misura 8.3.1 del PSR-Piano di Sviluppo Rurale Lazio 2014-2020 avente ad oggetto iniziative per prevenzione dei danni alle foreste da incendi boschivi, calamità naturali ed eventi catastrofici.
Il bando ha come oggetto la concessione di aiuti a fondo perduto per iniziative orientate a prevenire e contrastare il fenomeno degli incendi boschivi e di altre avversità riguardanti la cura delle foreste.
La dotazione finanziaria dell’avviso è di 3 milioni di euro per la concessione di contributi agli enti pubblici locali, ovvero ai soggetti privati, proprietari o gestori di aree naturali per la realizzazione di interventi di prevenzione (sistemazioni idraulico-forestali, in zone di instabilità idrogeologica), infrastrutture di protezione (viabilità forestale, piste tagliafuoco, punti approvvigionamento idrico, aree atterraggio velivoli) e azioni di prevenzioni volte a creare o migliorare sistemi di monitoraggio e di comunicazione contro gli incendi boschivi (pascolo bestiame, prevenzione fitopatologie arboree e attacchi parassitari, manutenzione piste e vie tagliafuoco). Tali sistemi possono anche essere orientati a protezione completa dei boschi contro fitopatologie e infestazioni parassitarie.
L’aiuto consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto fino ad un massimo di 400 mila euro ed i costi ammessi riguardano la progettazione e l’esecuzione dei lavori, l’acquisto di attrezzature tecniche, trasporto e mantenimento bestiame e costi di manutenzione fasce parafuoco. Termine per presentare domanda: 29/09/2017.
Certa la partecipazione degli Enti, specialmente quelli deputati da sempre allo scopo di prevenire gli incendi con azioni preventive e che non possono più svolgere il proprio compito perché sono stati tagliati loro i fondi. Per esempio le Comunità Montane. Giusto qualche giorno fa il presidente dell’Uncem Lazio, Achille Bellucci,aveva lanciato un appello in questa direzione.

ULTIMI ARTICOLI

Commenti

commenti

ARTICOLI CORRELATI