17:38

Isola Liri – Bocconi killer, si muove il Movimento animalista provinciale

Prevenire e contrastare il fenomeno dell’avvelenamento di animali. mE’ il punto centrale di una nota diffusa ieri dal dottor Alberto D’Orazio, coordinatore del Movimento Animalista di Frosinone: «Stando alle cronache dei giorni scorsi – scrive – nel Comune di Isola del Liri si sono verificati quattro casi accertati di cani di proprietà morti per avvelenamento da metaldeide, ma non sappiamo effettivamente quanti animali randagi o selvatici siano morti, tra atroci dolori. Peraltro, non sarebbe nemmeno la prima volta che in quella zona, come in altre della Provincia, si verificano fatti del genere. II Movimento Animalista della Provincia di Frosinone – si sostiene – a seguito di questi episodi, è stato sollecitato dai cittadini preoccupati per l’incolumità pubblica. Un boccone avvelenato, infatti, non colpisce solo un povero animale, reo solo di essere nato animale, ma se accidentalmente ingerito da un bambino o un adulto può avere le stesse conseguenze letali». Per questo da D’Orazio arriva il richiamo «al fine di evitare il perpetrarsi di tale reato – scempio, si chiede agli organi competenti di dare immediata attuazione all’art. 7 dell’Ordinanza Ministeriale 13 giugno 2016 prorogata dall’OM 21 giugno 2017. Tale articolo – si ricorda – prevede che la massima autorità sanitaria del luogo dove è avvenuto l’avvelenamento, cioè il sindaco, individui delle modalità di bonifica del luogo interessato dagli avvelenamenti, segnali con apposita cartellonistica la presenza di bocconi avvelenati intensificando i controlli delle autorità. Il Prefetto, da parte sua, in caso di avvelenamenti istituisce un tavolo di coordinamento che affronti tale problematica. Si auspica tra l’altro, in sinergia con i dovuti interventi di pubblica sicurezza, una concreta attività di sensibilizzazione rivolta alla cittadinanza».

ULTIMI ARTICOLI

Commenti

commenti

ARTICOLI CORRELATI