18:20

Isola del Liri – Viale Piscicelli, il monito del consigliere Angelo Caringi

Non si placano le polemiche dopo il taglio di due alberi lungo il viale Piscicelli. Per il consigliere comunale Angelo Caringi<: «E’ ora che l’Amministrazione Comunale decida cosa fare. Riguardo alle ultime vicende degli alberi fatti tagliare dal privato perché pericolanti ed in prossimità di un asilo comunale credo che sia stucchevole la discussione nata circa la proprietà della strada e di conseguenza dell’obbligo della manutenzione della stessa compreso il taglio e/o la potatura degli stessi. E’ innegabile, aldilà della proprietà del tratto di strada, la servitù pubblica a cui la via è asservita ormai da vari decenni e ciò è testimoniato dalla presenza di pubblica illuminazione e dal servizio di spazzamento e raccolta rifiuti solidi urbani; solo per citare alcuni pubblici servizi di cui è fornita la strada. Credo quindi che l’Amministrazione Comunale non si possa esimere anche dall’affrontare la problematica della sua messa in sicurezza rispetto alla presenza di alberi di alto fusto. Il privato andrebbe ringraziato per essere prontamente intervenuto di fronte ad un pericolo concreto ed imminente e soprattutto in presenza di un asilo comunale e quindi di bambini e genitori che lo frequentano.» Secondo il consigliere, l’amministrazione dovrebbe rimborsare al privato le spese sostenute per l’intervento stesso e farsi carico di completare l’intervento di messa in sicurezza dell’area. Continua l’ex vice-sindaco: «Teniamo poi presente che a giorni dovrebbero iniziare, a seguito del rilascio di un permesso convenzionato a costruire, in Via Bruno Carloni, i lavori di sistemazione del primo tratto di Viale Piscicelli che prevedono interventi su due lati della carreggiata con la creazione di un percorso pedonale e con la riduzione di circa la metà degli attuali posti auto. La convenzione, è stata approvata in contraddizione di quanto sancito dal consiglio comunale che nella ricognizione degli ambiti urbanizzati finalizzata al rilascio del permesso a costruire convenzionato, aveva preso atto della carenza di parcheggi e quindi tale mancanza poteva essere colmata con convenzioni con i privati interessati a costruire. Dunque un accordo che legittima la costruzione di nuovi appartamenti e che riduce però i posti auto esistenti. La sistemazione del primo tratto di Viale Piscicelli significherà quindi semplicemente trasferire sul secondo tratto, quello che ora si vorrebbe definire “privato” , la presenza di parcheggi liberi a sevizio delle attività commerciali dell’area, delle strutture sanitarie lì presenti e dei residenti, dei vecchi e dei nuovi che vi si insiederanno, per lo più in un’area priva di percorsi pedonali e alla presenza di altri pericolosi alberi ad alto fusto. Mi auguro quindi che queste ultime vicende che hanno interessato il Viale Piscicelli siano lo spunto per una riflessione profonda sullo sviluppo, sulla funzione e sulla manutenzione di tutta l’area Piscicelli-Nazareth-Bruno Carloni-Cavoni.<+testo Chiaro>»

ULTIMI ARTICOLI

Commenti

commenti

ARTICOLI CORRELATI