17:15

Serie B – Frosinone, è… allarme difesa. Basterà il rientro di Terranova?

Settimo pareggio nelle ultime nove partite. I numeri non mentono mai ed evidenziano il periodo poco felice del Frosinone, una squadra che da due mesi a questa parte sembra non saper più vincere.  Il tre a tre contro il Cesena, il terzo in stagione dopo quelli di Pescara ed Empoli, ha messo in luce pregi e difetti dei giallazzurri: pratici e puntuali in fase offensiva ma deboli e distratti in difesa.  Da una parte c’è infatti un attacco che continua a fare gol, merito soprattutto del tridente dove Dionisi, al primo centro in carriera al Benito Stirpe, sta piano piano ritrovando la condizione fisica e mentale di un tempo; Daniel Ciofani, a secco contro il Cesena, ha giocato la sua solita partita fondamentale per dedizione e sacrificio mentre Ciano, dopo le magie di Empoli, è parso in ombra ma comunque molto utile in fase di palleggio. A preoccupare è però la difesa. I sei gol incassati negli ultimi centottanta minuti stagionali, sono obiettivamente troppi se si vuole puntare ad un campionato di vertice. Il Frosinone continua a subire tanto, soprattutto su calcio da fermo, dove nonostante qualche correzione rispetto alle settimane precedenti, sono arrivate altre due azioni pericolose degli avversari: la prima sventata da Bardi, decisivo sul colpo di testa di Scognamiglio, la seconda conclusa da Laribi, bravo ad inserirsi ed a trovare il pertugio giusto, per il secondo vantaggio del Cesena. Moreno Longo paga a caro prezzo le assenze di Emanuele Terranova e Lorenzo Ariaudo ma è l’intero reparto, singoli compresi, che nelle prossime settimane dovrà per forza di cose migliorare ed aumentare la soglia di attenzione. Se la difesa piange, il centrocampo non ride. Mirko Gori, uscito malconcio dal match contro il Cesena, e Raffaele Maiello stanno facendo gli straordinari, in una zona di campo, dove spesso il Frosinone è costretto a fronteggiare le iniziative avversarie in inferiorità numerica. Il baby Emmanuel Besea è l’unica alternativa di ruolo e mai come adesso pesano le indisponibilità di Paolo Sammarco ed Alessandro Frara, due che a livello di carisma ed esperienza avrebbero potuto dare tantissimo, soprattutto in queste ultime due sfortunate uscite.  Oggi pomeriggio è in programma la ripresa degli allenamenti, il Frosinone inizierà la preparazione al nuovo match interno contro il Brescia dell’ex Pasquale Marino, che nell’ultimo turno ha sconfitto in casa la Salernitana. Da monitorare le condizioni di Lorenzo Ariaudo ed Alessandro Frara mentre sembra certo il ritorno di Emanuele Terranova, già in panchina contro il Cesena e pronto sabato a riprendersi la maglia da titolare al centro della difesa. Fondamentale sarà però cancellare queste ultime due partite, per tornare a vincere e ripartire di slancio in un mese di dicembre che chiuderà il girone di andata e quindi la prima fase del campionato. In piena zona playoff, in una classifica che è tornata ad accorciarsi, il Frosinone ha tutto il tempo per tornare protagonista.

Angelo Battisti

 

ULTIMI ARTICOLI

Commenti

commenti

ARTICOLI CORRELATI