Sora – Nuova Commissione per l’assegnazione per gli alloggi popolari e siglato l’accordo tra Ater e Comune per la riqualificazione del quartiere Pontrinio

296

Cambia a Sora la Commissione che si occupa dell’assegnazione degli alloggi di Edilizia residenziale pubblica.  La modifica si è resa necessaria a seguito delle irrevocabili dimissioni presentate lo scorso maggio dal presidente Walter Fachin. La giunta comunale ha preso atto della rinuncia e lo scorso 21 novembre (la delibera è stata pubblicata solo ieri) ha sostituito il componente. Al posto di Fachin arriva quindi Renato Quadrini.
Ora la Commissione, che resterà in carica fino al prossimo anno per completare il triennio previsto, è composta dallo stesso Quadrini, quindi dai due componenti rimasti, vale a dire Orlando Regno e Sandro Grussu , che assume il ruolo di presidente. Il segretario è il dipendente comunale Danilo Alonzi.
A Sora il Comune è proprietario di 77 alloggi, l’Ater ne ha invece circa 800. «Quest’anno – fa sapere Simona Castagna, consigliera comunale delegata all’edilizia economica e popolare – abbiamo assegnato tre appartamenti. Non abbiamo inoltre registrato particolari problemi, soprattutto nessuna occupazione abusiva che pure si sono verificate nel recente passato. E’ chiaro che l’emergenza abitativa permane – osserva la consigliera – anche se l’amministrazione comunale predispondo alcune iniziative sta cercando di affrontarla per contenerne gli effetti». In città sono circa un centinaio le famiglie inserite nella graduatoria (si aggiorna due volte l’anno) per ottenere un alloggio popolare, ma è facile immaginare che più di qualcuna, pur avendo diritti e requisiti, non abbia mai presentato la domanda. Le ragioni sono diverse, prima fra tutte i tempi biblici per l’assegnazione.
Intanto nella giornata di ieri è stato siglato un importante accordo tra Ater e Comune, per la riqualificazione del quartiere Pontrinio. Come già anticipato dalle nostre colonne, i fondi destinati alla costruzione del ponte lamellare nel tratto del Liri che attraversa il quartiere, verranno invece investiti per un completo restyling della zona. Ci saranno interventi di sistemazione sui marciapiedi, sulle strade, sulla pubblica illuminazione, sul verde e lungo gli argini del fiume. Verranno installate nuove panchine e poste in essere tante altre opere che avranno lo scopo di garantire maggiore decoro ed una vivibilità più dignitosa per tutti i residenti. Tra esse, un’area per bambini che andrà a sostituire quella già esistente, ormai nell’abbandono più totale.

l.n. – a.d.