Frosinone – Raccolta differenziata, in arrivo finanziamenti

152

Il Comune di Frosinone è stato ammesso al finanziamento previsto dal bando “per la realizzazione e il completamento di centri di raccolta dei rifiuti differenziati e realizzazione di interventi per il potenziamento del servizio di raccolta differenziata”. Nei giorni scorsi, il dirigente del Servizio ambiente del Comune di Frosinone, Angelo Scimè, ha sottoscritto, presso la Provincia di Frosinone, la convenzione attraverso la quale l’ente di piazza VI dicembre riceverà un fondo di 300.000 euro per la realizzazione del Centro di Raccolta dei Rifiuti differenziati comunali, mentre 79.724,96 euro saranno destinati all’acquisto di un’isola ecologica mobile itinerante.

L’importante risultato conseguito grazie al meticoloso lavoro degli uffici del settore pianificazione territoriale s.u.e. ed ambiente, fa parte del piano di servizio ideato dall’amministrazione comunale, realizzato mediante l’assessorato all’ambiente coordinato da Massimiliano Tagliaferri con la De Vizia: l’obiettivo dichiarato è quello di raggiungere la soglia del 65% per la differenziata, rispettando, così, l’ambiente e abbassando i costi fissi di raccolta e smaltimento, con conseguente diminuzione dell’importo delle bollette. Il centro di raccolta sorgerà, dunque, in via Armando Fabi, consentendo ai cittadini di partecipare in maniera attiva alla raccolta differenziata.

Lo scopo perseguito dall’amministrazione, infatti, è di agevolare il corretto smaltimento dei rifiuti, favorendo il riuso e diffondendo la cultura della tutela dell’ambiente. Nell’ isola ecologica potranno essere conferiti i seguenti materiali: pile, prodotti farmaceutici scaduti, Raee, olii minerali, carta e cartone, vetro, umido, ferro e metalli, plastica, polistirolo, risulte vegetali da sfalci e ramaglie, legno, rifiuti ingombranti, indumenti dismessi e scarpe. Il centro sarà dotato di un sistema informatico, in previsione dell’istituzione di una “fidelity card” che premi i cittadini più virtuosi nel differenziare gli scarti; il software di gestione consentirà, inoltre, di monitorare il miglioramento sulla percentuale di raccolta differenziata. L’impianto, per la funzione chiamata a svolgere (stoccaggio temporaneo) e per le caratteristiche dei rifiuti, nonché per gli accorgimenti tecnici e per le modalità di gestione adottati, non comporterà alcuna emissione di polveri, né di gas, né di liquami, né di odori. La struttura sarà completata con idonei percorsi pedonali, sistemazione e piantumazione di prato, essenze arboree e cespugli ornamentali. 

Il medesimo bando prevedeva, inoltre, la concessione di finanziamenti specifici per il potenziamento del servizio di raccolta differenziata mediante l’acquisto di attrezzature e automezzi. A tal fine, l’Ente di piazza VI dicembre intende procedere all’utilizzo dei 79.724,96 euro ammessi a contributo per l’acquisto di un’isola ecologica di tipo mobile, informatizzata, in cui conferire umido, plastica, alluminio, carta-cartone, vetro, indifferenziato, pile, olii vegetali. Anche nel caso dell’isola ecologica mobile, il sistema di gestione sarà informatizzato per la regolamentazione e verifica dei conferimenti e per l’elaborazione dei dati, al fine dell’istituzione della citata fidelity card. I report stilati, inoltre, permetteranno all’amministrazione e alla società De Vizia di intervenire con eventuali misure correttive, quale, ad esempio, la variazione dell’orario di conferimento o della localizzazione.

Infine, così come previsto nell’ambito del piano del nuovo sistema di igiene urbana voluto dall’amministrazione Ottaviani, da lunedì 12 febbraio, avrà inizio la raccolta porta a porta nella zona al confine con Alatri (via Maria – Via Mastruccia –  Via la Botte) e aree limitrofe; nei prossimi mesi, si giungerà alla progressiva rimozione dei cassonetti stradali e al passaggio alla raccolta “porta a porta” sull’intera estensione del capoluogo.