Veroli – Quando la musica diventa veicolo di vera solidarietà

1102

La tradizione del gospel si è rinnovata con arrangiamenti moderni e trascinanti nel concerto del Coro Gospel di Expressione Musica, la scuola musicale di Santa Francesca, ad indirizzo classico e moderno. Il concerto del 7 gennaio nella Chiesa di Santa Maria della Conciliazione a Colleberardi, a scopo solidale, ha trascinato i numerosi presenti nella provincia di Harlem, con la musica sacra dei neri d’America. Cifra stilistica del coro di Expressione Musica di Santa Francesca è mescolare generi diversi, dal classico, al moderno, fino alla musica della migliore tradizione afro-americana.

Direttrice artistica, docente e fondatrice della scuola è la dinamica e frizzante Maestro Michela Pagliaroli. La musica come espressione dell’anima, di tutti e per tutti, la musica come espressione più alta delle arti. Il concerto, il cui ricavato è stato devoluto in beneficenza, si è aperto con l’esibizione dei piccoli allievi della classe di canto. Così piccoli e già così bravi. Subito a seguire il coro Gospel composto da 36 elementi. Il coro rigorosamente in tunica azzurro lucida si è esibito rispettando tre momenti musicali distinti tra loro: momento classico, momento moderno (pop) e momento gospel. Quando la musica arriva dall’anima difficile che il corpo riesca a restare immobile, per questo il coro ha accompagnato le melodie con schiocco delle dita o battiti delle mani. Allo “scoccare” delle prime note del momento gospel, il pubblico, già emozionato e completamente rapito dalle impeccabili esibizioni dei solisti, degli accompagnatori musicisti, del coro nella sua complessità, si è contenuto a stento sui banchi della chiesa.

Un continuo battere le mani, tenere il ritmo con le gambe e ondeggiare di spalle. A conclusione un divertente e squillante “ Joyful Joyful” tratto da “Sister Act”, “ ha trascinato tutti e anche chi non sapeva le parole, ha cantato insieme al fenomenale coro. Quando la musica è passione ti travolge, ti contagia. Soffio vitale è il Maestro Michela Pagliaroli, che tra le tante deliziose particolarità pare abbia quella di interagire con gli elementi del coro durante i concerti fornendo così la giusta dose di energia. Pioggia di applausi per la quinta edizione del concerto di Capodanno del Coro Gospel, un successo meritato per una scuola che è ormai diventata una realtà concreta sul territorio verolano. Fantastici, semplicemente fantastici. saranno dieci anni di fervida attività. Per l’occasione la scuola offre a tutti coloro che vorranno provare l’esperienza del canto o avvicinarsi a qualsiasi strumento musicale, un mese completamente gratuito.

Monia Lauroni