Alatri – Caso Morganti, in quattro a processo

383

Omicidio volontario. Questa l’accusa con la quale, alla fine, il Giudice per le udienze preliminari del tribunale di Frosinone (Antonello Bracaglia Morante) ha disposto il rinvio a giudizio per le quatto persone ritenute responsabili dell’aggressione e della conseguente morte di Emanuele Morganti.

La decisione è stata presa nell’udienza, svoltasi ieri mattina presso il Tribunale di Frosinone, in un clima di grande attesa da parte dei famigliari e degli amici dello sfortunato giovane morto dopo il pestaggio avvenuto nel mese di marzo del 2017.  Per quell’aggressione sono finite in carcere quattro persone: Mario Castagnacci, Franco Castagnacci, Paolo Palmisani e Michel Fortuna (che sono difesi dagli avvocati Bruno Giosuè Naso, Christian Alviani, Emanuele Carbone e Marilena Colagiacomo). I quattro saranno ora giudicati nel processo che si terrà davanti ai giudici della Corte d’Assise nel processo che inizierà il prossimo 19 settembre.

All’udienza di ieri mattina erano presenti due dei quattro imputati: Franco Castagnacci e Michel Fortuna.  Ora si attendono notizie anche delle sorti dei quattro buttafuori (difesi dagli avvocati Giampiero Vellucci e Riccardo Masecchia) indagati con la stessa ipotesi di reato.  Per loro è probabile che i pubblici ministeri presenteranno le conclusioni delle indagini in concomitanza con l’inizio del processo e la richiesta di proscioglimento o rinvio a giudizio.