Posta Fibreno – Celebrato il congresso del Pd, Manuel Lecce è il nuovo segretario

349

Il giorno 18 marzo 2018, è stata una giornata importante e significativa per quanto riguarda l’ambito politico di Posta Fibreno. È stato celebrato il congresso del Partito Democratico ed è stato eletto segretario all’unanimità il giovane Manuel Lecce. Di soli 22 anni, conta già molta esperienza nel partito, dove i suoi primi passi lo vedono intraprendere il ruolo di segretario dei Giovani Democratici prima, fino ad arrivare alla segreteria provinciale del PD, contento dell’incarico ricevuto, dichiara:
 

“E’ stata una giornata importante per il Partito Democratico e per Posta Fibreno, una giornata che ha visto tornare la Politica, con la P maiuscola, al centro di un dibattito ricco di qualità e di idee.

Abbiamo celebrato il Congresso del Partito Democratico di Posta Fibreno, dopo tanto, forse troppo, tempo, in cui sono stato eletto all’unanimità Segretario, dopo un percorso di collaborazione e di unità. Credo sia stato il più bel segnale politico in questo momento, i circoli che hanno voglia di ripartire sono sicuramente il motore del nostro partito, e da qui bisogna tornare a formulare la proposta politica, perché siamo i primi a contatto con le persone ed i problemi quotidiani che esse hanno, dobbiamo farlo con la massima disponibilità, cercando di aprire il dibattito a coloro che vogliono avvicinarsi alla nostra realtà.

È stato importante il percorso che ho fatto e che continuerò a fare nei Giovani Democratici, per chi mi conosce, sa che vengo da lì, e voglio ringraziare tutti i ragazzi con i quali ho collaborato in questi anni, alle amicizie personali che abbiamo stretto, ai dibattiti che mi hanno fatto crescere.

Voglio fare un augurio di buon lavoro al nuovo direttivo, abbiamo unito l’esperienza e la militanza alla dinamicità dei giovani, e l’abbiamo fatto in un percorso che è divenuto naturale, senza forzature.

Infine voglio ringraziare tutti gli iscritti che mi hanno sostenuto, i coordinatori uscenti, gli amministratori, con i quali dovremmo fare un lavoro di progettazione politica, agli amici di sempre, senza i quali tutto questo non sarebbe mai successo.

È arrivato il momento di rimboccarsi le maniche e mettersi al lavoro, per i cittadini innanzitutto, per il partito e per il Paese, facciamolo con la passione e l’impegno di chi ci crede davvero!

Voglio dedicare questa mia elezione a Segretario a Filippo, sono sicuro che anche da lassù sarà contento di quello che abbiamo fatto, ma soprattutto fiero di quello che siamo diventati, a lui va un pezzo importante della mia gratitudine. In bocca al lupo a tutti noi!” ha concluso il neo-segretario.

Nello stesso momento, è stato eletto all’unanimità Presidente dell’Assemblea il prof. Mario Marcelli. Ad amalgamare il circolo di Posta Fibreno, sono stati scelti 8 membri del direttivo, così composto: Antonio Ferri, Giacomo Farina, Martina Lecce, Simone Greco, Loreta Lecce, Antonio Mele, Federica Di Pucchio ed Andrea Vani. 

Al congresso era presente anche la neo consigliera regionale del Lazio, Sara Battisti, il Sindaco, nonché iscritto e già dirigente del partito,Adamo Pantano : ” Sono personalmente contento che sia stato celebrato il congresso del partito democratico in questo modo, in questi mesi abbiamo ritrovato il senso di fare squadra, trovando in maniera spontanea e volontaria le varie disponibilità, dal Segretario a tutto il direttivo, e lo abbiamo fatto in un momento difficile per il nostro partito, anche se a Posta Fibreno abbiamo raggiunto un importante risultato sulle regionali, a sostegno del Presidente Zingaretti, frutto anche di un lavoro di intermediazione tra amministrazione comunale e regionale. Voglio formulare i miei auguri al neo Segretario Manuel Lecce e a tutto il direttivo, la scelta del circolo è ricaduta su di lui, non solo per la sua giovane età e passione, ma anche per l’impegno che da tempo lo contraddistingue nell’attività politica, locale e provinciale. Sono certo che da qui il partito possa tornare a dare il giusto contributo a livello sociale e politico, anche attraverso un chiaro e unitario sostegno e contributo all’Amministrazione che rappresento.”