Sora – Nuovi strumenti donati all’ospedale SS. Trinità

218

Si è svolta ieri mattina la cerimonia di consegna di nuove apparecchiature mediche donate all’ospedale “SS Trinità” dalle associazioni “Ponte Marmone” di San Domenico Abate e “Sara un angelo con la bandana” di Giuliano di Roma. La prima, si è impegnata a reperire diversi strumenti elettromedicali: uno spirometro alla Uoc di medicina, un elettrocardiografo pediatrico con touchscreen alla Uoc di Pediatria, un nuovo laringoscopio ed una lampada diagnostica al pronto Soccorso. La seconda, ha donato alla Uoc di Pediatria un’isola neonatale, una lampada per fototerapia e uno spirometro. Presenti all’iniziativa i vertici Asl, tra cui il commissario Dott. Macchitella, il direttore sanitario aziendale Dott. Cirillo  il Dott. Menichini, gran parte del personale medico operante nella struttura di San Marciano ed i consiglieri comunale Ernesto Tersigni ed Augusto Vinciguerra. «Abbiamo deciso di compiere questo gesto di beneficenza per dare seguito ad un’idea fortemente voluta da un nostro compianto socio, Domenico Salvatori che è venuto a mancare circa un anno fa – ha detto Vittorio Saccucci, segretario dell’associazione Ponte Marmone -. Per sua volontà abbiamo portato avanti questo progetto per dare un contributo all’ospedale di Sora e così siamo riusciti a realizzalo sperando che altri possano trarre vantaggio dal nostro contributo» ha concluso il segretario. Piena soddisfazione è giunta anche dei soci dell’associazione “Sara un angelo con la bandana”, realtà che dal 2010 si occupa di bambini e famiglie bisognose, contribuendo alla ricerca, agli ospedali, ai piccoli malati e agli orfani. Parole di gratitudine sono state espresse dal commissario Asl Dott. Macchitella: «Ringrazio queste associazioni per la loro sensibilità e per l’interesse mostrato per il nosocomio sorano. Sono due anni che stiamo lavorando per fare in modo che gli ospedali della nostra azienda abbiano le attrezzature e le condizioni di lavoro migliori per i nostri pazienti. In questi due anni abbiamo speso 7 milioni di euro per l’acquisto di nuovi strumenti e stiamo dunque cercando di rinnovare il nostro parco macchine. Certo è che i soldi che si spendono non so mai sufficienti e l’apporto di istituzioni e di associazioni esterne alla aziende è sempre ben accetto ed indispensabile» Le nuove attrezzature sono state poi benedette da Padre Salvatore Crino ed al termine della cerimonia è seguito un piccolo buffet.

Alessio Donfrancesco