Serie B – Frosinone in ansia per Mirko Gori. Per Bari la sua presenza è in forse

123

Mirko Gori resta in forte dubbio anche per la trasferta di Bari. Il centrocampista giallazzurro continua a lavorare a parte, segnale che l’infortunio alla spalla sinistra, accusato nel match contro il Foggia dello scorso dicembre, non è ancora del tutto riassorbito. Già assente nelle prime tre gare del girone di ritorno, contro Pro Vercelli, Cittadella e Pescara, Mirko Gori rischia seriamente di non essere a disposizione anche per la gara di sabato pomeriggio al San Nicola. Nella seduta di ieri mattina differenziato per Luca Matarese, alle prese con un problema muscolare accusato la scorsa settimana. A parte anche Paolo Sammarco mentre non si è allenato Roberto Crivello, che ieri mattina è diventato papà (è nato Gaspare, al difensore siciliano gli auguri della redazione de La Provincia).  Questa mattina è in programma una nuova seduta. “Siamo in testa ma non dobbiamo assolutamente abbassare la tensione – ha dichiarato Raffaele Maiello, ospite di KickOff – la vittoria contro il Pescara è stata molto importante. Essere al comando della classifica con tre punti di vantaggio sull’Empoli e sul Palermo, ci permette di lavorare con grande fiducia e serenità. Sappiamo però che il campionato è ancora lunghissimo e sabato ci aspetta un’altra partita molto difficile. Affrontiamo una squadra forte. Dobbiamo fare la nostra partita, cercando magari di sfruttare le loro difficoltà del momento. Febbraio sarà un mese molto intenso, giocare tre partite in casa è un aspetto positivo. Il Benito Stirpe è un fattore che dobbiamo sfruttare al meglio. Ciano? Siamo grandi amici – ha proseguito Raffaele Maiello – mi aspettavo un impatto così perché è un giocatore fortissimo che ha un sinistro straordinario. In questa categoria fa la differenza e sono sicuro che può ancora crescere molto. La scorsa estate siamo stati in vacanza insieme a Terracina, ho fatto di tutto per farlo venire a Frosinone ed il giorno della firma siamo andati a farci un selfie insieme allo stadio”.
Poi il retroscena legato all’abbraccio finale, che dopo ogni partita vinta coinvolge tutta la squadra, staff tecnico incluso. “Ci riuniamo in cerchio – ha concluso Maiello – e spesso sono io a ripetere le frasi di Gomorra (la serie tv che sta spopolando in questi mesi)”. Sul fronte tifosi prosegue la vendita dei tagliandi per la gara Bari-Frosinone. Già staccati oltre cinquanta biglietti. Numero destinato a salire perché tra i sostenitori giallazzurri c’è grande attesa per il big match del San Nicola.

Angelo Battisti