Basket Serie B – Allunga, soffre, ma poi sprinta. Alla Virtus Cassino gara uno con la Luiss

156

Virtus Cassino: Cena 12, Petrucci 2, Bagnoli 28, Pasquinelli 2, Del Testa 5, Galuppi, Bini 7, De Ninno 3, Carrizo 6, Panzini 25, Banach.
Allenatore: Vettese
Luiss Roma: Faragalli Serroni 5, Cefarelli 6, Martone 24, Marcon 13, Bonaccorso 1, De Dominicis 8, Veccia, Scuderi, Miriello, Di Fonzo 4, Beretta 13, Gebbia.
Allenatore: Andrea Paccariè
Arbitri: Giuseppe Scarfò di Palmi (Rc) e Francesco Praticò di Reggio Calabria
Parziali: 26-18, 50-44 (24-26), 62-58 (12-14), 90-74 (28-16)
Risultato finale: Virtus Cassino – Luiss Roma 90-74

CASSINO – Era importante iniziare bene e la Virtus Cassino non ha tradito le attese. Nel primo atto della semifinale play off contro la Luiss Roma è arrivata la vittoria per 90-74, con una gara ad intermittenza, che ha visto i cassinati allungare nel finale dopo che nella fase centrale del match gli avversari erano riusciti a rifarsi sotto.
Per quanto riguarda la gara parte subito forte la Virtus Cassino che già nel primo quarto riesce a costruire un vantaggio che si aggira sempre intorno alle dieci lunghezze di vantaggio.  Un vantaggio frutto di un approccio più cattivo e di percentuali migliori al tiro soprattutto da tre punti, con la Virtus che infila quattro bombe (4/7), contro una Luiss che non riesce a colpire dai 6.75 nonostante i quattro tentativi. In casa cassinate è comunque Bagnoli a trascinare i suoi, con 10 punti con 5/6 da due. Il primo quarto si chiude 26-18, con l’inerzia tutta nelle mani della formazione di coach Vettese.

Nel secondo quarto, però, la musica cambia in maniera repentina, con la Luiss che nei primi minuti riesce a tenere il ritmo di Del Testa e compagni, per poi riuscire a ricucire il gap nella seconda parte della frazione. Le due squadre vanno infatti al riposo lungo sul 50-44, con Cassino comunque abile a piazzare nel finale un 5-0 di parziale dopo che la Luiss si era avvicinata fino al 45-44.  Protagonista assoluto del quarto uno scatenato Martone (al 20’ 20 punti con 8/8 da due, 4/5 ai liberi e 10 rimbalzi). 

Ad uscire la grande voglia e freschezza atletica degli universitari, abili a lottare su ogni pallone, come testimonia il dato dei rimbalzi alla fine del primo tempo, un 11-21, con una differenza netta (1-9) soprattutto nei palloni catturati in attacco. La Luiss, insomma, pur continuando a faticare da tre punti, è riuscita a sfruttare meglio il gioco interno, tirando con percentuali ottime e costruendosi tanti secondi tiri. Tutto questo unito ad un calo consistente delle percentuali anche per la Virtus, soprattutto da tre. Nel terzo quarto i primi cinque minuti vedono le due squadre faticare tanto: al 25’ è 56-52. E il trend non cambia nella seconda parte del quarto, con le due squadre che vanno all’ultimo riposo sul 62-58. Il parziale di 12-14 è indicativo di dieci minuti di un basket non di altissimo livello. La partita risale nuovamente di tono nell’ultimo parziale, con la Virtus che rientra sul parquet carica a mille, intenzionata a chiudere la pratica.

E l’obiettivo viene centrato, con un parziale di 14-3 con grande protagonista Panzini (25 con 5/7 da tre) che permette di volare sul +15 (76-61) con 6’ ancora da giocare.  Da quel momento la squadra di Vettese non perde più la testa, riuscendo a gestire senza grossi problemi fino alla fine.  La gara termina 90-74, con Cassino che inizia bene la serie portandosi sull’ 1-0.  Domani sera si replica nella seconda gara consecutiva di fronte al pubblico del PalaVirtus.
carlo capone