Serie B – Il pallonetto di Floriano gela uno stadio pronto a far festa

743

Crudele, illogica, ingiusta: la conclusione della regular season del Frosinone di Moreno Longo meriterebbe tanti altri aggettivi, ma un verdetto amaro resta tale comunque lo si dipinga.

Il calcio sa essere spietato e i 93 minuti di Frosinone-Foggia lo hanno dimostrato in modo evidente. In un solo match è successo di tutto: l’euforia iniziale, appena mitigata da un pizzico di scaramanzi, la grande paura generata dal gol di Mazzeo, poi la rimonta esaltante e la gioia contagiosa che era sul punto di esplodere e di far impazzire un’intera città.

Sarebbe stato un copione perfetto, senza il pallonetto di Floriano, eroe per caso.

Subentrato nel finale di una contesa fin troppo vera e vibrante, si è trovato sul destro un pallone invitante e lo ha calciato con l’esterno, per un pallonetto beffardo che ha gelato tutti, ha riscritto copioni, commenti, esultanze, e tutto ciò che una grande vittoria sportiva comporta e sottintende.

Non era destino, evidentemente, che i canarini tornassero ad assaporare le prelibatezze della massima serie senza il supporto della post-season.